Porto di Trapani
HOME VELA NEWS ARCIPELAGHI SICILY MAP/CARTINA PORTI MEDITERRANEO
Mappa porto News     .............SEGNALAZIONI E COMUNICATI STAMPA POSSONO ESSERE INVIATI ALLA NOSTRA REDAZIONE Fax +39-0931523287 Gli spazi pubblicitari su Harbours.net sono il metodo più efficace per dare maggiori possibilità alla vostra attività! Contattateci via e-mail (harbours@harbours.net) o telefonando al 3385684380..............
Cerca Hotel
B&B a Trapani
Appartamenti
Residence
Previsioni meteo/Wheater forecast

Migranti in arrivo
22 lug - E' approdata stamane nel porto di Trapani la nave di ricerca e soccorso Aquarius, gestita in collaborazione da Medici Senza Frontiere e SOS Mediterranée, che ha recuperato al largo delle coste libiche 209 migranti da due gommoni in difficoltà e i corpi di 21 donne e un uomo deceduti in mare. In questo momento sono in corso in banchina le operazioni di sbarco dei profughi e delle 22 salme. Il prefetto di Trapani Leopoldo Falco incontrando i giornalisti al molo Roncilio ha sottolineato "la grande disponibilità mostrata da tutti i comuni della provincia di Trapani. Complessivamente i comuni hanno messo a disposizione decine di loculi per le sepolture". Tuttavia le tombe sono ancora insufficienti: alle 22 salme di oggi, se ne aggiungono infatti altre 35 provenienti da Catania che giungeranno a Trapani a giorni, che fanno parte dei 700 morti nell'ultima strage avvenuta nel Canale di Sicilia. "Attualmente siamo alla ricerca - aggiunge il prefetto - di una ventina di loculi". Ci sono tra i 209 sbarcati 50 minori di cui 45 non accompagnati e 6 casi di varicella".
Intanto la Procura di Trapani, guidata da Marcello Viola, ha aperto un'inchiesta per "omicidio volontario e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina". Il fascicolo, al momento a carico di ignoti, è stato aperto dopo lo sbarco delle salme di 22 migranti - 21 donne e un uomo - morti durante la traversata nel Canale di Sicilia. "L'ipotesi di reato è di omicidio volontario - spiega il capo dei pm - perché chi ha organizzato e gestito il viaggio dalla Libia, stipando in quel modo il gommone e facendo viaggiare in quelle condizioni i passeggeri era consapevole ed ha accettato il rischio che perdessero la vita durante la traversata". Non sono stati ancora identificati gli scafisti. "Nei prossimi giorni saranno sentiti i 209 superstiti - ha detto Viola - Al momento due sostituti e un pool di investigatori della polizia sono al lavoro a tempo pieno su questo caso". L'autopsia sui cadaveri sarà effettuata domani.



Editore © 1999/2016 Internet Network Solutions/ P.Iva 01235740899
- All Rights Reserved-E' vietata la riproduzione anche parziale senza il permesso dell'editore.
Reg. della Stampa n.10/2000 Tribunale di Siracusa - Direttore responsabile Gianni D'Anna