Porto di Augusta - Augusta's port news
HOME VELA NEWS WORLWIDE PORTS ARCIPELAGHI CHARTERER/NOLEGGIO SICILYMAP /MAPPA SICILIA PORTI MEDITERRANEO
         .............SEGNALAZIONI E COMUNICATI STAMPA POSSONO ESSERE INVIATI ALLA NOSTRA REDAZIONE Fax +39-0931523287 Gli spazi pubblicitari su Harbours.net sono il metodo più efficace per dare maggiori possibilità alla vostra attività! Contattateci via e-mail (harbours@harbours.net) o telefonando al 3385684380..............

A livello internazionale Augusta costituisce un polo di rilevante interesse per lo sviluppo del commercio con l’estero perché approdo potenziale per le linee marittime che potrebbero essere istituite per collegare la Sicilia con la Grecia, la Turchia, i Paesi del Mar Nero, del Nord Africa (Egitto, Libia) e del Medio Oriente (Siria, Giordania, Libano)

Augusta port Coordinates: 37°11.3' N 015°11.6' E, on the east coast of the Italian island of Sicily. The Porto Megarese is a natural harbor with 4.4 nm (8 km) North-South and 2.2 nm (4 km) East-West. East and South boundaries are protected by the Isoletto di Augustas and by three long breakwaters: diga centrale (central levee), diga settentrionele (northern levee) and diga meridionale (southern levee). The primary entrance passes between the northern and central breakwaters. width: 1200 ft (366 m); min depth 42 ft (13 m). It is a spacious and deep harbor which can accomodate ships as large as 250,000 dwt.

Consorzio Opere Marittime Attività Portuali

Condividi
Posizione navi
Prenota hotel
Port facilities
Forniture/Marine supply
Autorità /harbour Authorities
Agenzie Marittime/Port agents
Cantieri navali/Repairs-Goods
Spedizionieri/Customs clearance
Tavola distanze/Distance Table
Meteo/Weather
Commerciale/Commercial Area
Servizi portuali/Port Services
Tabella Ormeggi/Berthing Facilities


PRIMO PIANO

In arrivo migranti su nave MM Margottini
20 lug - E' già in porto la nave Margottini della Marina Militare con circa 600 migranti recuperati nei giorni scorsi nel Canale di Sicilia su 5 gommoni in difficoltà. Da un primo controllo effettuato a bordo i migranti sarebbero di presunta nazionalita' subsahariana, marocco, pakistan, bangladesh, siria, palestina. Sulla banchina dell'area commerciale il solito apparato d'accoglienza , lo sbarco sarà seguito dal Gruppo interforze di contrasto all'immigrazione della Procura della Repubblica di Siracusa coordinato da Carlo Parini. Il gruppo di migranti fa parte dei circa mille recuperati nei giorni scorsi in diverse occasioni. A conferma che il flusso migratorio è costante.

Relitto migranti: Giovanardi presenta un'interrogazione parlamentare
07 lug - Continuano le operazioni di recupero dei resti umani dal barcone che dal 5 luglio è posizionato all'interno della tensostruttura refrigerata allestita nell'area della Marina Militare nei pressi del pontile Nato. A oggi sono numerosi i resti umani, perché dopo circa un anno sott'acqua non si può parlare di corpi, estratti dalla chiglia del peschereccio della morte dalle squadre dei Vigili del Fuoco. Di là dall'impeccabile professionalità in un'operazione che ha confermato la preparazione tecnica italiana , ci sono molti punti che hanno necessariamente aperto una girandola di domande. Sull'argomento è stata presentata un'interpellanza al presidente del Consiglio da parte del senatore Carlo Giovanardi.... continua

Sbarcato ad Augusta il barcone della morte
02 lug -Sono iniziate le operazioni preliminari di preparazione dell'area di lavoro predisposta per il recupero delle salme presenti all'interno del barcone. Un'operazione che implica diverse citicità : sanitarie, etiche e morali. Si è concluso a tarda sera del venerdì lo sbarco del relitto recuperato dai fondali del Canale di Sicilia dove era affondato nel 2015 carico di migranti. E' arrivato a destinazione sulla banchina dell'area Nato della Marina Militare , nella Rada Megarese, al tramonto a bordo del pontone Barge 68 del Consorzio Comap di Augusta.continua

Sequestrata rete nella Rada Megarese
16 giu - Un'altra rete da posta per la pesca, lunga circa 400 metri e stata sequestrata dalla Guardia Costiera. L'ennesima operazione di polizia marittima svolta dai Militari della Guardia Costiera di Augusta che durante una perlustrazione all'interno del porto si sono imbattuti in una rete da posta posizionata in mare da ignoti. Il personale della motovedetta ha proceduto al sequestro dell'attrezzo da pesca e al prodotto ittico presente nella rete, consistente in circa 10 kg. di pesci. L'attività di vigilanza condotta dalla Capitaneria di Porto di Augusta è mirata al contrasto dei comportamenti illeciti in materia di pesca e alla tutela della pesca sostenibile e dell'ambiente marino. Il comando anticipa che "Tale attività proseguirà nel futuro con una serie di missioni operative, anche in ore notturne, che si pongono come obiettivo primario la salvaguardia dell'ecosistema marino che, soprattutto in prossimità della costa, risente pesantemente degli effetti di una pesca effettuata in maniera irriguardosa delle norme". Ricordiamo che è potenzialmente pericolosa per i consumatori la cattura e la vendita di pesce quando è esercitata in porto che notoriamente è zona vietata per la pesca.

Area allibo
Dalle 12 alle 20 miglia nel tratto di costa tra Punta Santa Croce e Capo Santa Panagia esiste un'area di mare utilizzata per le operazioni di allibo di prodotti petroliferi. Posizione navi




E-Mail contact: harbours(@)harbours.net
Web-Design and Services by © 1998/2016 Internet Network Solutions - Italy/UE- All Rights Reserved