Il porto-canale di Brucoli -  Servizi - facilities
Condividi HOME VELA NEWS CROCIERE ARCIPELAGHI CHARTERER/NOLEGGIO SICILY MAP/MAPPA PORTI MEDITERRANEO
.............SEGNALAZIONI E COMUNICATI STAMPA POSSONO ESSERE INVIATI ALLA NOSTRA REDAZIONE Fax +39-0931523287 Gli spazi pubblicitari su Harbours.net sono il metodo più efficace per dare maggiori possibilità alla vostra attività! Contattateci via e-mail (porti_sicilia@harbours.net) o telefonando al 3385684380..............
Informazioni varie / Port facilities
Lat. 37° 17' 01" N - Long. 15° 11' 04" E
Sicilia-Provincia di Siracusa Prov.:Siracusa
Classe: 
Tipo:Pesca/Diporto
Area:Mare Ionio

Brucoli si trova tra i porti di Catania e Augusta, dal mare è riconoscibile per la presenza di un castello, una fornace e un villaggio turistico di colore giallo. Il faro, presente sulla punta più a Nord dell'abitato, è a lampi bianchi 5 secondi con portata di circa 11 miglia. Il porto canale è lungo circa 500 metri, i fondali scarsi non permettono di addentrarsi sino all'interno. Il borgo marinaro nel periodo primacerile ed estivo si anima accogliendo visitatori da tutta la provincia, molti i turisti francesi che soggiornano nel vicino villaggio turistico. Il centro abitato è ricco di locali e ristoranti dove trascorrere piacevolmente la giornata sorseggiando una bibita,un cocktail o assaporando gelati e granite artigianali. Il centro abitato è costituito da edifici bassi, colorati, molte facciate sono state abbellite da affreschi del pittore Vittorio Ribaudo.
L'ampia baia di Brucoli, guardando verso nord, ha come sfondo il profilo imponente del monte Etna il vulcano attivo più alto d'Europa.

Prenota Hotel a Brucoli Harbours.net - La guida ai porti di Sicilia


Carabinieri denunciano pescatore
02 febbraio 2016 - Si tratta di V.S.,residente a Catania, 30 anni. L'uomo è stato fermato dal personale della motovedetta "Maronese" della Compagnia Carabinieri di Augusta in servizio di controllo lungo le coste. Sull'imbarcazione, di circa sette metri, i militari dell'Arma hanno trovato sette esemplari di pesce spada di taglia inferiore alle misure consentite dalle vigenti normative in materia di pesca comunitaria. Il peso complessivo di oltre 50 chilogrammi per un valore stimato di oltre 700 euro all'ingrosso. Da un controllo è stato appurato che gli esemplari erano stati catturati con attrezzi da pesca non consentiti , palamito non a norma. L'uso del palamito è consentito anche al pescatore sportivo purché il numero di ami non sia superiore a 200. La pesca al pesce spada con il palamito derivante di superficie è interdetta al pescatore sportivo.
L'uomo probabilmente stava rientrando dopo una nottata di pesca al lrgo delle coste siciliane. E' stato denunciato per il reato di "Pesca vietata di specie ittiche di taglia inferiore alla minima". Il pescato sequestrato, non potendo essere liberato, dopo la visita di controllo del personale veterinario dell'ASP di Siracusa, è stato devoluto dai carabinieri in beneficenza all'istituto delle Suore del Sacro Cuore di Brucoli. Il sequestro è avvenuto nell'ambito dei quotidiani servizi di controllo predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa.
Il fermo obbligatorio annuale per questo tipo di pesca è stabilito per il periodo che va dal 1° al 30 marzo e dal 1° ottobre al 30 novembre. La taglia minima, per ogni esemplare catturato, pari a 140 cm (con rostro) o 90 cm (in assenza di rostro), o in alternativa pari a 10 kg (se esemplare intero), 9 kg (se eviscerato senza branchie) o 7,5 kg (se eviscerato, senza coda e pinna e decapitato). La pesca del pesce spada non può essere esercitata dai pescatori sportivi con i palangari fissi o derivanti. La pesca del pesce spada si svolge a notevole distanza dalla costa.Gli Spada hanno le rotte di migrazione a molte miglia dalla costa, generalmente oltre le 20 miglia nautica (oltre 30 km), quindi la loro pesca richiede imbarcazioni veloci. Il Pesce Spada mangia di notte, quindi il palamito deve essere calato all'imbrunire per essere salpato all'alba. Cio' significa che occorre trascorrere tutta la notte in mare aperto.

Il borgo marinaro sul mare sorge al centro tra l'insenatura del Porto-canale a ponente e l'ampia baia a levante. Dal mare e facilmente riconoscibile trovandosi all'estremità meridionale dell'ampio golfo di Catania e per il grande complesso turistico immerso nella folta vegetazione caratterizzato da blocchi cubici e torri cilindriche che si trova a ponente dell'abitato. E' visibile anche l'antico Castello della Regina Giovanna edificio a pianta quadrata con torri rotonde su ciascun lato, con accanto un fanale costituito da una torretta annessa ad un fabbricato chiaro. L'ancoraggio per imbarcazioni di media stazza è possibile a 400 metri a N del Castello, fondali di circa 18 metri con fondo misto alga e roccia. E' pericoloso la sosta in rada quando soffiano venti dal I quadrante. A ponente dell'abitato sbocca una largo canale con sponde costituite da rocce naturali, il canale nei secoli passati era navigabile per molti km nell'entroterra, oggi solo per un paio di centinaia di metri a causa dei fondali molto variabili per i detriti che vengono trasportati dal torrente. Periodicamente vengono effettuati lavori di escavo per permettere la navigazione e quindi il ricovero di pescherecci e natanti. Sono presenti delle banchine in legno private, circa 80 posti barca con luce e acqua a disposizione, unico problema lo scarso fondale:1,7 metri(consultare gli aggiornamenti del portolano ufficiale). Queste le distanze da altre località lungo la costa :

Riposto 27 mgl
Acitrezza 17 mgl
Catania 13 mgl
Augusta 10 mgl
Siracusa 19 mgl




E-Mail contact porti_sicilia@harbours.net
Web-Design and Services by
© 1999/2016 Internet Network Solutions - Italy/UE - All Rights Reserved
E' vietata la riproduzione anche parziale di testi e immagini senza il permesso scritto dell'editore