Logo

Medcruise Malta – Porti Sardi puntano su Gnl e Crociere

Incremento dei traffici crocieristici. Ma sempre in difesa del mare, con il massimo rispetto dell’ambiente.

 

26 maggio 2018 – Obiettivi e principi ribaditi dall’Autoritá di sistema portuale anche all’ultima assemblea di Medcruise  che si è tenuta a Malta tra il 23 e il 26 maggio .Una serie di incontri business-to-business, workshop interattivi, tavole rotonde, sessioni plenarie ed eventi a cui hanno partecipato  13 dirigenti di compagnie crocieristiche e oltre 140 membri e soci di MedCruise.  I delegati hanno discusso sugli ultimi sviluppi nel settore  delle crociere, sulle sfide e le opportunità per le crociera nel Mediterraneo e nei suoi mari adiacenti.

L’Autorità di Sistema Porti  del Mare di Sardegna, rappresentata dalla responsabile marketing Valeria Mangiarotti, ha partecipato attivamente con uno studio sui combustibili a basso impatto ambientale – nello specifico il gas naturale liquido (GNL) – presentato nella tavola rotonda alla quale hanno partecipato Costa Crociere, Carnival e i rappresentanti del porto di Madeira.  Spunti di riflessione, ma anche testimonianze dirette, come quella del porto di Madeira che, già da anni, offre alle crociere la possibilità di rifornirsi con il gas, e della Costa Crociere, che nel 2019 varerà la nuova unità interamente alimentata a GNL, la Costa Smeralda, il cui nome nasce da un accordo, siglato nel 2017, con l’omonimo consorzio gallurese. Per la sfida del Gas Naturale Liquido i porti sardi hanno già avviato le procedure per la creazione dei primi impianti.

Studi, ma anche occasioni di business con gli incontri con i responsabili di Virgin, Carnival e Celestyal Cruise. Durante questi appuntamenti sono state presentate le novità e le prospettive degli scali sardi. A partire dai progetti su Cagliari (riqualificazione dell’area crociere e dei silos), proseguendo con gli interventi programmati su Olbia (escavo della canaletta di accesso e dei fondali delle banchine), Porto Torres (banchine e dragaggi nel porto civico) ed Oristano (organizzazione delle attività portuali e di ricezione delle crociere). “L’assemblea di MedCruise si rivela un’occasione preziosa per fare sistema con i porti del Mediterraneo e per confrontarsi con le compagnie crocieristiche su tematiche ambientali, operative e turistiche – spiega Massimo Deiana, presidente dell’AdSP – Il tema del GNL ci sta molto a cuore e abbiamo aperto diversi tavoli di confronto per dotare i nostri porti di punti di approvvigionamento per le navi, certi di offrire un servizio che garantirà una maggiore competitività rispetto ad altre realtà“.  

 il porto ospiterà una serie di incontri business-to-business, workshop interattivi, discussioni, sessioni plenarie ed eventi sociali per 13 dirigenti di crociere e oltre 140 membri e soci di MedCruise. I delegati discuteranno gli ultimi sviluppi nel settore complessivo delle crociere, nonché le sfide e le opportunità per la crociera nel Mediterraneo e nei suoi mari adiacenti.

Istituito a Roma l’11 giugno 1996, MedCruise è l’Associazione dei porti da crociera del Mediterraneo. La missione di MedCruise è  di promuovere l’industria crocieristica nel Mediterraneo e nei suoi mari limitrofi. L’Associazione aiuta i suoi membri a beneficiare della crescita del settore crocieristico fornendo opportunità di sviluppo in rete, promozionali e professionali. 

Oggi l’associazione è cresciuta fino a 72 membri in rappresentanza di oltre 100 porti intorno alla regione mediterranea, tra cui il Mar Nero, il Mar Rosso e il vicino Atlantico, oltre a 32 membri associati, in rappresentanza di altre associazioni, enti turistici e agenti portuali.2018 © www.harbours.net 

Malta La Valletta port

Related Post

Redazione92

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi