Logo

ASDP Sicilia Orientale : Dipendenti in stato agitazione

Le Segreterie di FILT CGIL FIT CISL e UILTRASPORTI di Siracusa e Catania, proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori dipendenti dell’ADSP del Mare di Sicilia Orientale Augusta e Catania.

orto di Augusta - Nave al pontile05 giugno 2018 –   I porti di Augusta e Catania  non fanno notizia per nuovi traffici, per  nuove infrastrutture, per un aumento di  merci movimentate. Dopo un anno dalla nuova presidenza i porti della Sicilia Orientale fanno notizia   per la questione dell’inopportuno trasferimento della propria sede amministrativa da Augusta a Catania, la vicenda è stata “congelata” e pende davanti al Tar e al Cga grazie al ricorso presentato da Assoporto Augusta unitamente ai sindaci della città di Augusta, Melilli e Priolo.  Assoporto Augusta per tale ragione ha chiesto l’intervento del nuovo ministro Danilo Toninelli perché “riporti la legalità”.

Oggi sono i sindacati a mettere in campo un’azione, che potrebbe avere peso negativo sul già asfittico sviluppo dei porti si Augusta e Catania,    per la “mancata applicazione della Contrattazione Decentrata di II livello firmata lo scorso mese di Maggio 2018“. Quindi con l’ennesimo passo falso come confermato dalla nota condivisa dei sindacati.  Le segreterie provinciali  tramite i portavoce  Vera Uccello, Alessandro Valenti, Silvio Balsamo, Alessandro Grasso, Mauro Torrisi,  Uccio Lauricella, puntano il dito contro un mancato accordo nei confronti dei dipendenti.  “Tutta una burla – sostengono i sindacati – chi di dovere non ha interesse a fare applicare la contrattazione trovando pretesti , è leso il diritto dei lavoratori a contrattare un salario migliore“. 

Porto di AugustaLo stato di agitazione del personale dipendente è supportato dai fatti avvenuti nei tavoli di contrattazione – riferisce la nota – A inizio anno la Contrattazione di II livello fu sottoscritta fra le parti sindacali, il presidente dell’ADSP Sicilia Orientale Andrea Annunziata, il segretario generale Carlo Guglielmi; a seguito di criticità sollevate dai Sindaci revisori, non fu approvata dal Comitato di Gestione, per cui la contrattazione di II livello fu inevitabilmente modificata. La nuova stesura fu approvata il 2 maggio 2018, presentata e sottoposta al vaglio del Comitato di gestione e dei Sindaci revisori, in presenza del presidente Annunziata e del segretario generale Guglielmi, ma viene nuovamente respinta con nuove eccezioni e senza il disappunto del presidente e del segretario che nonostante avessero partecipato e firmato la stesura del testo della nuova contrattazione“.

Le organizzazioni sindacali Filt Cgil  , Fit Cisl, Uil Trasporti ribadiscono “la legittimità dell’accordo di Contrattazione sottoscritto dalle parti , a tutela dei lavoratori, dichiarano lo stato di agitazione di tutto il personale dipendenti dell’Autorità di Sistema Portuale di Augusta e Catania. Le Segreterie Provinciali Unitarie di Siracusa e Catania, sperano in un intervento incisivo del presidente Annunziata e del Ministero dei Trasporti , Danilo Tonelli, che fino ad adesso non si è ancora pronunciato nel merito. Se ciò non dovesse avvenire – conclude la nota –  i lavoratori e le Organizzazioni Sindacali sciopereranno a oltranza.” – 2018 © www.harbours.net

 

Related Post

Redazione92

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi