Porti e approdi di Sicilia
Condividi Home Vela Arcipelaghi Charter/Noleggio Medsea Map/Cartina Porti Mediterraneo



Harbours.net - La guida ai porti di Sicilia



Catania : fermati due presunti scafisti

09 luglio 2016 - La Polizia e la Guardia di Finanza di Catania, coordinati della Procura Distrettuale della Repubblica di Catania, hanno fermato due cittadini di probabile nazionalità gambiana perché "gravemente indiziati del reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina", in relazione allo sbarco di 263 migranti arrivati in porto ieri a bordo della motonave “DIGNITY I” di “Medici senza frontiere” che li aveva soccorsi in acque internazionali, nel Canale di Sicilia, il 6 luglio scorso, su due distinti gommoni.
Gli investigatori della Squadra Mobile e del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza - con la collaborazione della locale Sezione Operativa Navale delle Fiamme Gialle - hanno acquisito le prove necessarie all’adozione dei provvedimenti di fermo nei confronti dei seguenti cittadini stranieri: MAnena Saikou 18 anni e Jatta Ebraima 22 anni. Seguendo un consolidato protocollo investigativo - realizzato d’intesa con la Procura Distrettuale - all’arrivo in porto sono state avviate le indagini per cercare d’individuare gli scafisti.
Dalle dichiarazioni dei migranti sarebbe emerso che sarebbero giunti dai paesi d’origine in Libia, sono stati trasferiti da Tripoli in “connection house” a Sabratah e dopo circa una settimana imbarcati sui gommoni. A conferma che lo schema utilizzato dai mercanti di migranti è sempre consolidato e più che mai attivo nei paesi del Nord-Africa. Le indagini hanno permesso di raccogliere anche "numerosi elementi a carico di Saikou, individuato quale comandante di uno dei due gommoni e di Ebraima come aitante del primo che gli indicava la rotta con l’ausilio di una bussola".
A conclusione delle attività, i due fermati sono stati trasferiti nella Casa Circondariale di “Piazza Lanza” a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Nei prossimi giorni saranno interrogati alla presenza di un legale d'ufficio e di interpreti. Spesso si tratta di "vuoti a perdere" , migranti che sono utilizzati dall'organizzazione che in cambio di un passaggio gratis chiedono di occuparsi del timone dei gommoni. Il servizio conferma il significativo sforzo investigativo delle forze dell'ordine nel "contrasto passivo" del traffico di migranti via mare che, dall’inizio del corrente anno, ha consentito di sottoporre a fermo 58 scafisti a fronte dei 16 sbarchi avvenuti presso il Porto di Catania. Mentre rimane non operativo contrasto e prevenzione attivi contro le organizzazioni criminali che incassano miliardi di dollari ogni anno. - 2016 © www.harbours.net


E-Mail contact porti_sicilia@harbours.net
HTML and Services by © 1998/2016 Internet Network Solutions - Italy/UE - All Rights Reserved